DIETE

Dieci alimenti considerati leggeri che in realtà farebbero ingrassare

Se si ha intenzione di mettersi a dieta e perdere qualche chilo in vista dell'estate bisogna fare attenzione, perché i più grandi nemici delle diete sono quegli alimenti che sembrano light, ma che in realtà sono altamente calorici e non efficaci in un regime alimentare controllato.

Nel nostro frigorifero tutti abbiamo cibi che pensiamo siano leggeri ma che, una volta letti i valori nutrizionali, ci accorgiamo sono pieni di calorie, zuccheri, grassi, conservanti e sale, tutte cose che sicuramente non aiutano la perdita di peso.

Questi alimenti sono tanti, molti di più di quello che si pensi. Dal sushi alla frutta secca, proviamo a guardare quelli che più traggono in inganno.

Freepik
Dieci alimenti considerati leggeri che in realtà farebbero ingrassare
Se si ha intenzione di mettersi a dieta e perdere qualche chilo in vista dell'estate bisogna fare attenzione, perché i più grandi nemici delle diete sono quegli alimenti che sembrano light, ma che in realtà sono altamente calorici e non efficaci in un regime alimentare controllato. Nel nostro frigorifero, tutti abbiamo cibi che pensiamo siano leggeri ma che, una volta letti i valori nutrizionali, ci accorgiamo essere pieni di calorie, zuccheri, grassi, conservanti e sale, tutte cose che sicuramente non aiutano la perdita di peso. Questi alimenti sono tanti, molti di più di quello che si pensi. Dal sushi alla frutta secca, proviamo a guardare quelli che più traggono in inganno.
Freepik
Sushi
Spesso il sushi è creduto essere un cibo light, ma in realtà non lo è per niente. Non tanto il pesce crudo, quanto il riso utilizzato nei nighiri e negli uramaki. Infatti, il riso ha in se una quantità di carboidrati notevole. Inoltre, le varie salse che si mangiano accompagnando il sushi (dalla soia alla salsa agrodolce a quella teryaki) sono estremamente caloriche. Se proprio non si vuole rinunciare al sushi, allora meglio preferire sashimi, tartare di pesce, zuppa di miso e alghe.
Freepik
Mais
Chissà perchè, il mais è considerato dalle persone come un cibo ultra light da inserire nelle diete. In realtà, il mais è un cereale come la pasta e il riso, e dunque è un carboidrato a tutti gli effetti. Pensando poi al mais in scatola, succede che venga aggiunto lo zucchero come conservante, rendendo questo prodotto non adatto a chi ha problemi di glicemia. Pensate solo che il mais viene dato alle galline per farle ingrassare più velocemente, e abbiamo detto tutto.
Freepik
Grissini e cracker
I cracker e i grissini confezionati possono sembrare un buon sostituto del pane fresco, ma in realtà non è così. Questi alimenti infatti, al contrario del pane (la cui ricetta è davvero basilare) contengono altri ingredienti, come più amido, più grassi, più sale, più additivi chimici, e dunque hanno un apporto calorico molto maggiore. Forse le calorie possono essere le stesse, ma sicuramente non sono uguali da un punto di vista salutare.
Freepik
Soia
Nonostante la soia sia un alimento che di per se fa bene, spesso non è biologica e contiene OGM ed estrogeni, e dunque fa ingrassare. Anche per altri alimenti, come il latte o lo yogurt di soia, spesso vengono inseriti zuccheri all'interno.
Freepik
Barrette proteiche
Anche in questo caso l'avvertenza è sempre quella: nonostante siano alimenti che vengono segnatamente indicati per alcune diete (come quella iperproteica degli sportivi) va sempre letta l'etichetta del prodotto: è buon abitudine infatti controllare le quantità di zuccheri, carboidrati e coloranti. La scelta perfetta è quella di barrette a base di frutta a guscio, semi oleosi e frutta fresca.
Freepik
Yogurt
Anche lo yogurt è un alimento che in genere viene associato alla dieta, ma anche qui è bene controllare sempre quale tipologia si sceglie. Serve fare attenzione agli zuccheri aggiunti proprio come ai grassi. L'ideale è scegliere lo yogurt bianco magro senza zuccheri o anche lo yogurt greco bianco.
Freepik
Formaggi freschi
I formaggi freschi o molli non sono certamente sinonimo di dieta, anche se sono in molti a considerarlo. Infatti, questi tipi di formaggi sono formati soprattutto da grassi, la maggior parte dei quali saturi. Inoltre contengono una quantità mostruosa di sale, responsabile dell'ipertensione. Inoltre, non sono neanche alimenti ipocalorici, e per questo andrebbero consumati una volta a settimana, come accompagnamento per il secondo, non come antipasto.
Freepik
Frutta disidratata
Alla frutta disidratata vengono spesso aggiunte tonnellate di zuccheri, per renderla più appetibile, e dunque risulta molto più calorica rispetto alla frutta tradizionale. Non solo zuccheri, spesso ci sono anche altri additivi alimentari utilizzati come conservanti, tra i quali l’anidride solforosa, i solfiti o l’acido ascorbico. Peggio ancora se parliamo di frutta candita, che viene trattata con una quantità elevatissima di zuccheri e di oli.
Freepik
Margarina
Alcuni credono che la margarina faccia "meno male" rispetto al tradizionale burro, mentre altri sostengono che quest'ultimo sia più naturale e dunque meno dannoso. La realtà è che entrambi sono alimenti estremamente dannosi, ed entrambi andrebbero utilizzati con enorme moderazione in qualunque regime alimentare, sia essere di dieta o no.
Freepik
Cereali a colazione
I cereali confezionati, per loro natura, contengono tantissimo zucchero aggiunto, dunque  sarebbe meglio scegliere alternative più sane, per esempio i fiocchi di avena o il farro. Per coronare il tutto con una ulteriore dose di ingredienti benefici, meglio aggiungere semi, frutta a guscio e frutta fresca.
actors singers and writers
26/02/2024
Informativa ai sensi della Direttiva 2009/136/CE: questo sito utilizza solo cookie tecnici necessari alla navigazione da parte dell'utente in assenza dei quali il sito non potrebbe funzionare correttamente.